Glossario Ortopedico

 

 

Search for glossary terms (regular expression allowed)
Begin with Contains Exact term
Term Definition
Rabdomioma

Raro tumore benigno dei muscoli striati. (gr. rhàbdos: bastone; mys-myos: muscolo; oma: tumore).

Rabdomiosarcoma

Tumore maligno dei muscoli striati. In base alle sue caratteristiche cliniche e patologiche viene classificato in 4 gruppi: pleomorfico, (di varie forme dal gr. pléon: più e morphé: forma), alveolare, embrionale e botrioide (gr. bótrys- botryos: grappolo; eidos: forma). Alcuni sono istologicamente di tipo misto. Sin.: Rabdomioma Maligno, Miosarcoma e Rabdomioblastoma. (gr. rhàbdos: bastone; mys-myos: muscolo; sárx-sarkós: carne).

Rachialgia

Dolore della colonna vertebrale.

Rachischisi

Vedi Spina Bifida. (gr. ráchis: spina dorsale; schisis: divisione, da schizein: dividere).

Radicolite

Infiammazione delle radici di un nervo spinale, caratterizzata da dolore e iperestesie:

Radicolopatia

Termine aspecifico che indica sofferenza delle radici di un nervo spinale nel canale spinale o nel foramen. I sintomi variano in rapporto al grado di danno della radice. Oltre al dolore si possono rilevare: disestesie (Vedi), parestesie (Vedi), deficit motori e sensitivi localizzati nel territorio di innervazione di quella o di quelle radici, secondo la distribuzione metamerica. (Vedi Metameria). (gr. pátheia: sofferenza, da páthos: sofferenza da paschein: soffrire).

Rafe

Linea di congiunzione naturale di due metà di una parte, come rafe addominale, buccale, del pene, della lingua, dello scroto, del perineo ecc. (gr. raphé: cucitura; da ráptein: cucire).

Raynaud, Fenomeno di

Comparsa di accessi intermittenti di pallore seguito da cianosi e quindi da arrossamento delle dita. Il fenomeno viene scatenato da esposizione al freddo o da emozioni in cui il paziente può avvertire formicolii, bruciore e torpore. Si tratta di una vasocostrizione causata da labilità del sistema nervoso simpatico. Pallore e cianosi possono essere riprodotti immergendo la mano in acqua fredda, mentre riscaldando la parte si verifica una iperemia reattiva. Il fenomeno di Raynaud può manifestarsi senza causa apparente, nel quale caso viene chiamato Malattia di Raynaud (Vedi), o può essere associato ad altre malattie come sclerodermia, ipertensione polmonare, mixedema, traumi.

Raynaud, Malattia di

Disturbo vascolare periferico (pallore e cianosi), che si verifica più spesso nelle donne in età di 20-30 anni, caratterizzato da vasocostrizione patologica delle mani e dei piedi causata da bassa temperatura. I polsi sono normali, ma si può instaurare gangrena della punta delle dita. (Confronta Raynaud, Fenomeno di).

Rechlingausen, Morbo di
Recurvatum

Deviazione angolare a convessità posteriore di un’articolazione, definita, di solito, come iperestensione, osservabile nei bambini o nelle giovanette con iperlassità legamentosa del ginocchio e/o del gomito. La deformità può essere anche post-traumatica. L’opposto di Recurvamento si definisce Procurvamento. (lat. re-: prefisso che indica movimento all’indietro; curvus: profilo ad arco).

Reiter, Sindrome di

Sindrome reumatica caratterizzata dalla triade: congiuntivite, uretrite e poliartrite; altre caratteristiche cliniche sono: cheratodermia (ipertrofia dello strato corneo dell’epidermide), balanite (infiammazione della cute del glande e del pene) e ulcerazione della mucosa. Colpisce giovani adulti. L’etiologia è sconosciuta; il microrganismo più frequentemente chiamato in causa è la Chlamydia. Nel 75% dei casi è positivo l’antigene di istocompatibilità HLA-B27.

Resistenza

In biomeccanica è la capacità di un materiale (osso, impianto) a resistere ad un carico senza rompersi. Può essere espressa come resistenza alla compressione, alla trazione, alla flessione, ecc. Dipende dal carico, dalle deformazioni fino al cedimento, dall’energia accumulata prima di cedere, dalla grandezza e dallo spessore della struttura e dal tipo di forza di compressione o di trazione. (ingl. Strenght).

Reticoloendoteliosi

Un gruppo di malattie caratterizzate dalla proliferazione di cellule del sistema reticoloendoteliale (costituito da macrofagi, istiociti, cellule reticolari degli organi linfatici, ecc.), che porta a iperplasia e a lesioni granulomatose dei tessuti reticolendoteliali. (lat. reticulum: dimin. di rete; gr. éndon: dentro; thelé: mammella; osis: condizione).

Retroversione

Vedi Antiversione.

Reumatismo

Termine generico che indica una condizione infiammatoria o, meno frequentemente, degenerativa, acuta o cronica di un’articolazione. Esistono anche forme di Reumatismo extra- articolare. (gr. reumatismós da reumatízein: soffrire di rêuma: corrente, flusso, da rêin: scorrere).

Reumatismo Palindromico

Forma non comune di artrite e periartrite acuta recidivante con intervalli senza sintomi della durata di giorni o mesi. Ugualmente colpiti entrambi i sessi, di solito tra la terza e sesta decade di vita. Ogni attacco inizia all’improvviso in una o due articolazioni, spesso nel tardo pomeriggio o la sera, con dolore che può essere intenso raggiungendo un picco entro poche ore. Dopo la comparsa del dolore si nota gonfiore, calore e arrossamento in corrispondenza dell’articolazione colpita, specie il ginocchio. Le manifestazioni dell’infiammazione scompaiono, di solito, entro 1-3 giorni. Decorso variabile e irregolare. (gr. palíndromos: che corre indietro; da palín: indietro e drómos: corsa).

Riassorbimento osseo

Processo di dissoluzione della componente minerale e della matrice ossea (Vedi) ad opera degli osteoclasti (Vedi).

RICE Regimen

Vedi Vocab. Inglese- Italiano in appendice.

Riduzione

Atto medico con cui si correggono gli spostamenti dei frammenti di frattura o dei capi articolari lussati. Può essere “chiusa” cioè eseguita manualmente o mediante dispositivi esterni, oppure “aperta” cioè penetrando chirurgicamente nel focolaio di frattura. Vedi anche Osteosintesi.